Cristalli e pietre

La Labradorite

23 gennaio 2018

Questa è un’altra delle mie pietre preferite, una pietra cangiante dalle mille sfumature che si trova nelle rocce metamorfiche e ignee della penisola del Labrador (da cui prende ovviamente il nome) in Canada, dove fu scoperta la prima volta solo nel 1770. La sua maggiore particolarità è proprio il gioco di luce che la caratterizza, detto “labradorizzazione”, dovuto ad un effetto di interferenza della luce con i suoi toni metallici che le fa assumere varie gamme di colore: dal grigio al blu, all’oro, al verde fino addirittura al rosso, rosa e viola. Oltre ai noti giacimenti nel Labrador, ve ne sono altri in Madagascar, Messico, Russia e negli USA. La varietà finlandese è detta spectrolite.

Importante: si tratta di una pietra fragile, si consiglia di evitare la pulizia con il sale, che potrebbe essere troppo aggressiva e danneggiarla in modo irrimediabile.

Labradorite blu e gialla

Caratteristiche:

Silicoalluminato di Sodio e Calcio che cristallizza nel sistema triclino, la Labradorite su un colore di base marrone o grigio con inclusioni più o meno scure, sviluppa al proprio interno giochi di luce che producono toni metallici in tutta la gamma dei blu, verdi, gialli, bronzi, rossi, rosa e lilla. Gemmologicamente, ha una durezza di 6.

 
Corrispondenza con i Chakra:

Indipendentemente dal colore dominante di ciascuna gemma, la Labradorite è associata al VI Chakra, Ajña, o Terzo Occhio e ai Chakra delle mani.

 
Proprietà energetiche:

La Labradorite agisce sul sistema neurovegetativo, curando i problemi a carico dello stomaco e del nervo vago. Inoltre, stimola il risveglio delle qualità nascoste di ciascun individuo.

Da un punto di vista specificamente fisico, per quanto riguarda i problemi a carico dello stomaco, la Labradorite è adatta in caso di dolori e crampi, poiché agisce sul nervo vago che ne è responsabile, e di conseguenza è benefica per lenire il senso di nausea che può derivare dai crampi alla bocca dello stomaco.
Stimolando i Chakra delle mani, questa gemma è particolarmente indicata per i guaritori e per attivare l’autoguarigione.
Aiuta infine in caso di disturbi della circolazione sanguigna, infondendo energia.

Da un punto di vista emotivo e comportamentale, invece, una delle proprietà della Labradorite è quella di assorbire la negatività: a tale scopo basta portarne un pezzetto in tasca e strofinarla con le dita quando si sente di doversi proteggere.
Portata direttamente sul plesso solare o nelle sue vicinanze (per esempio in tasca), attenua la gelosia.
Si dice inoltre che questa pietra stimoli il fascino, aiutando ad attrarre la persona desiderata.

 
Caratteristiche Magiche:

L’energia della Labradorite è considerata ricettiva; questa gemma è legata alla Luna e a Giove, all’elemento Acqua ed allo Spirito (Akasha); come Dee, ad Aurora, Iris (Dea dell’Arcobaleno) e a Iside. E’ utile come calmante, per accrescere la saggezza, per i sogni e per innalzare lo psichismo/misticismo.

 
Usi in Magia:

La Labradorite è una pietra molto usata dai guaritori, poiché stimola l’energia a fluire dal plesso solare e dal Chakra del Cuore alle mani.
E’ una pietra che evolve con la persona che la indossa o che la utilizza.
Si tratta infine di una pietra molto usata per la divinazione, grazie agli splendidi colori iridescenti che sembrano danzare sulla sua superficie, con un effetto tremolante che facilmente stimola l’apertura alle percezioni extrasensoriale. E’ infatti facile trovare a questo scopo splendide sfere di dimensioni anche molto grandi (ma allo stesso scopo vengono utilizzati anche semplici pezzi di Labradorite burattata o parzialmente levigata, con ottimi risultati).

Sfera di Labradorite

 

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2018 Federica Carmana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *