Chi sono

Torinese con pezzi di cuore sparsi in giro per il mondo, la mia formazione parte da un diploma linguistico a cui è seguita una laurea in lingua e letteratura cinese. Sì, lo so, ma sono caduta dal letto da piccola, sarà stato quello 😉

Il mio lavoro principale è come interprete, traduttrice e docente -italiano per stranieri e cinese per italiani-, e anche come responsabile del sistema qualità e dell’accreditamento in una scuola di lingue. Ma tanto amo poter aiutare persone di lingua diversa a comunicare tra loro, e ancor di più mi piace lo scambio culturale e di esperienze di vita che si instaura con i miei allievi, che sono spesso delle nazionalità più diverse, quanto a volte altre parti della mia vita lavorativa (la burocrazia istituzionale, le traduzioni o gli interpretariati tecnici, relativi a macchinari e simili, o a bilanci, trattative commerciali…) mi stanno un po’ stretta e nel tempo ho sentito il bisogno di dare spazio anche a qualcosa di mio, di più affine ai miei interessi.

Così, dopo tanti anni di studio -intrapreso seriamente già ai tempi dell’università, ossia eoni fa- e dalla relativa applicazione di discipline come il Feng Shui e lo Space Clearing (o Decluttering che dir si voglia), ma anche di lavori sulle energie attraverso la meditazione, l’equilibrio dei Chakra, il Reiki e l’utilizzo dei cristalli, del suono e degli incensi, ho unito tutto questo alla convinzione che sia indispensabile un approccio olistico alla vita, ossia una visione integrativa che consideri la totalità di una persona e non solo le sue parti in modo disgiunto, la sua interezza anziché uno solo dei suoi aspetti (fisico, spirituale, emotivo, psicologico…) e che quindi il nostro benessere dipenda anche dal fatto che la nostra casa -e se fosse possibile anche il luogo di lavoro, visto quanto tempo vi trascorriamo- sia il più possibile armonica da un punto di vista energetico, accogliente e rilassante (e in quest’ultimo aspetto ho unito alle discipline già citate anche la filosofia Hygge, la “ricetta danese per la felicità”).

La mia mission, quindi, è aiutare chi si rivolge a me (soprattutto le donne, per una maggiore affinità personale) a creare uno spazio in cui abitare che rispecchi queste caratteristiche: energeticamente armonico rispetto a chi ci vive dentro -e qui mi rifaccio al Feng Shui, all’uso dei cristalli, incensi, colori, suono, all’occorrenza anche al Reiki- sgombro da accumuli e disordine che rendono l’abitazione non confortevole e non fruibile -e qui interviene lo Space Clearing/Decluttering- e accogliente e rilassante grazie anche ai dettami Hygge.

Quello che più di tutto desidero trasmettere è proprio questa visione olistica che include gli spazi in cui abitiamo nella nostra ricerca di benessere e un senso di accoglienza e relax.

1. Credo a tante cose, diciamo “strane”: a modo mio credo allo spirito del Natale (e a Babbo), alle Fate, alle Sirene, ai cerchi nel grano, all’esistenza degli Ufo; credo nella reincarnazione e credo fermamente nell’efficacia delle terapie olistiche.

2. Al contrario, non credo alla teoria delle scie chimiche né alla maggior parte dei “complotti”… e ogni volta che leggo un titolo che include “non vogliono farti sapere” o “condividi prima che lo censurino” lo considero a priori una bufala.

3. Con i selfie sono un disastro!!! Mi piacerebbe saper fare quelle foto in cui una è fighissima e sensuale, ma… come minimo prendo un pezzo di spalla e 3 metri di parete anziché la mia faccia…

4. Le pietre che amo di più in assoluto sono gli opali, mi fanno impazzire le diverse sfumature e “arlecchinature”, ma soprattutto adoro quelli blu!!!

5. Faccio collezione di renne, per lo più di piccole dimensioni, in vari materiali, dalla stoffa alla ceramica, passando per legno, vetro, metallo…

6. Sono un’amante del Natale, seppur in senso molto pagano e per nulla cristiano: la mia casa dall’8 dicembre si trasforma in un tripudio di abete, palline, candele, elfi, Babbi Natale, agrifoglio, ghirlande, festoni…

7. La mia passione attuale sono le Sirene! Tutte le leggende e i testi a riguardo mi interessano moltissimo e riempirei la casa di statuine.

8. Mi affeziono ai luoghi: mi basta trascorrerci anche pochi giorni perché mi entrino nel cuore come le persone!

9. In genere non indosso le calze, neanche in pieno inverno. Sono “tarata” fino a -19°… oltre non so… 😉

10. Per i primi 38 anni della mia vita ho detestato i carciofi, cose che anche solo un pezzettino mi faceva venire la nausea. Ora, invece, mi piacciono un sacco!!!

 

Digiprove sealCopyright secured by Digiprove © 2018 Federica Carmana