Decluttering e Space Clearing

Casa in ordine

Cos’è il Decluttering? E lo Space Clearing? I due termini sono spesso utilizzati in modo intercambiabile, ma sono davvero la stessa cosa? In realtà no, anche se si basano entrambi sull’idea che se ci circondiamo di ingombri che creano disordine (che è il concetto inglese di clutter da cui proviene il nome de-cluttering), stipando ogni millimetro della nostra casa, poi non viviamo bene e come minimo ci sentiamo soffocare e questi accumuli, anche se non ce ne rendiamo subito conto, ci immobilizzano e ci precludono la possibilità di crescere ed evolvere o quantomeno la limitano e rallentano molto.

Ma vediamo nello specifico quali sono le differenze tra queste due discipline!

Decluttering

Il Decluttering si concentra sugli accumuli fisici, sugli ingombri disordinati con cui riempiamo i nostri spazi (che siano quelli abitativi o quelli lavorativi), che sono da eliminare non tanto per amore dell’ordine in sé o del minimal a tutti i costi, ma perché ci creano una serie di problematiche sul breve e sul lungo termine e finiscono per trasformare la nostra casa o il nostro ufficio in un ostacolo anziché in un alleato.

Ci ritroviamo a non riuscire a reperire le cose con immediatezza e facilità quando ci servono (che siano piccoli attrezzi, prodotti di vario genere o documenti…), perdiamo consapevolezza di ciò che possediamo (ricompriamo libri già acquistati non ricordando di averli, non sappiamo cosa indossare pur avendo gli armadi stipati di vestiti…), smarriamo oggetti come se da qualche parte ci fosse un buco nero che li inghiotte e non ce li restituisce più, il disordine accumulato in alcune zone specifiche ci rende sgradevoli le incombenze quotidiane come cucinare o pulire e il caos negli spazi lavorativi -in casa o fuori- ci impedisce di lavorare con serenità.

Senza arrivare a condizioni patologiche come l’accumulo compulsivo (che richiede l’intervento di uno psicologo) o a situazioni in cui gli ingombri ci limitano pesantemente la vita, impedendoci del tutto o in gran parte l’uso di alcuni spazi, rendendoci difficoltose alcune semplici operazioni come raggiungere ciò che ci serve, o scoraggiandoci dall’invitare qualcuno a casa, la presenza di clutter tutto intorno a noi ci fa sprecare tempo –che già nel nostro mirabile mondo moderno è sempre scarso- ed energie.

Al contrario, noi abbiamo bisogno di spazi ariosi, scevri da quello che è stato definito “rumore visivo”, che siano ben organizzati e fruibili in modo da rendere la nostra vita più semplice e possano essere dei veri nidi accoglienti in cui rilassarci e ricaricarci da giornate che sono già abbastanza faticose e complicate senza bisogno che anche la casa diventi un’ulteriore fonte di stress.

Insomma, chi potrebbe studiare o lavorare con profitto, ad esempio, in una simile condizione di caos?

O chi potrebbe cucinare con amore senza neanche una superficie di appoggio sgombra a disposizione?

Chi potrebbe dormire serenamente con abiti appesi in ogni dove, scarpe ammucchiate, panni sporchi gettati per terra in attesa di essere spostati nel cesto della biancheria sporca? Chi potrebbe, ad esempio, superare con serenità una separazione in una casa zeppa di oggetti che in ogni momento riportano alla mente la vita di coppia?

Anche coloro che sarebbero pronte ad alzare la mano e a giurare che la cosa non crea loro alcun problema, in realtà patiscono le conseguenze di una casa caotica e disordinata, pur senza rendersene conto. Perché gli accumuli soffocanti fuori di noi non possono che ripercuotersi dentro di noi, anche quando non ce ne rendiamo conto.

Space Clearing

Lo Space Clearing, invece, si preoccupa dei blocchi energetici che gli accumuli disordinati provocano. Il termine, secondo alcuni, è stato coniato alla fine degli anni ’70 dalla britannica Karen Kingston, ma in realtà fa riferimento a pratiche di pulizia energetica (unita allo sgombero fisico) dei luoghi ben più antiche che si basano soprattutto sui principi del Feng Shui. Tanto è vero che la stessa Kingston lo avrebbe “coniato” a seguito di un viaggio in quel di Bali, dove si possono trovare non pochi Maestri della disciplina cinese.

Alla base dello Space Clearing troviamo il concetto che il disordine e l’accumulo in un ambiente domestico ne bloccano il Chi, la forza vitale, influenzando negativamente l’umore, la vitalità, la creatività e, nei casi più gravi, addirittura la salute degli occupanti e limitandone la crescita e l’evoluzione e anche la riuscita dei progetti che si vorrebbero intraprendere.

Lo Space Clearing si propone dunque di insegnare a mantenere la propria casa vitale e sgombra da quel disordine esterno che diventa anche interiore, caricandoci di inutili zavorre emotive, attraverso tecniche e semplici suggerimenti attuabili da chiunque.

Seguendo la medesima suddivisione degli ambienti della casa -o delle aree dei singoli ambienti- utilizzata nel Feng Shui, a zone diverse ingombre da disordine corrisponderanno ripercussioni diverse nella vita degli abitanti della casa: un accumulo in camera da letto è facile che porti a difficoltà nelle relazioni di coppia o nell’intraprendere una nuova relazione sentimentale; in cucina o nel salone causerà dissidi all’interno della famiglia e liti frequenti; nello studio -o nella zona adibita a tale scopo- difficoltà di concentrazione e ristagno delle energie che dovrebbero portare a compimento i progetti intrapresi… e così via.

Lo Space Clearing non si prefigge di fare tabula rasa di quanto si trova all’interno della casa, ma di aiutare a renderla più funzionale, ariosa, serena e vitale e quindi di ripulirne le energie con apposite cerimonie che includono l’utilizzo del suono e degli incensi, migliorando così la qualità della vita degli abitanti.

Cosa ti offro

Ti offro consulenze individuali (di persona se ti trovi in zona oppure comodamente on-line, tramite Zoom o altri sistemi di video-chat) per aiutarti con la tua situazione specifica. In più ho creato un percorso da svolgere in autonomia a casa propria, una sorta di “sfida” per risistemare tutta la casa in poco tempo, ti interessa? Puoi contattarmi in ogni momento per concordare una prima sessione discovery gratuita di una mezz’ora per scoprire se la mia consulenza può fare al caso tuo!

In più tengo -principalmente a Torino e dintorni, ma con possibilità all’occorrenza di spostarmi anche in altre località- seminari per insegnare questa splendida tecnica, per insegnare a liberarsi degli accumuli ed evitare di ricrearli grazie ad alcuni semplici trucchi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: